Terapia implantare

E’ il ramo più recente della ricerca odontoiatrica e grazie al raggiungimento di elevati livelli di sicurezza e affidabilità può essere considerata la soluzione ottimale per qualsiasi caso di sostituzione di elementi naturali persi, diventando sempre più diffusa e praticata come una normale soluzione alternativa.
Il dente naturale è costituito da una corona, ossia la parte che si vede fuori dalla gengiva, e dalla radice, che è la parte nascosta sotto la gengiva e dentro l'osso o mascellare o mandibolare; l'impianto endoosseo è una vite in titanio che viene inserita all'interno dell'osso e ha la funzione teorica di una radice naturale. Il titanio è il materiale più biocompatibile con l'osso umano. Una volta che l'impianto è ben integrato con l'osso del paziente, può sostenere uno o più denti artificiali; anche una protesi completa, fissa o rimovibile.
L'impianto viene inserito chirurgicamente all'interno dell'osso previa anestesia locale, come qualunque altra terapia odontoiatrica (come ad esempio otturazione, impronta, ecc.). Normalmente un intervento di chirurgia per l'inserimento di un impianto endoosseo dura circa mezz'ora. Sono sufficienti 15 giorni affinchè i tessuti operati riprendano la loro forma e condizione normale.
Benefici della protesi su impianti:

  • Estetica
    Gli impianti endoossei permettono di sostituire i denti naturali e, con determinati ed appropriati artifici, permettono di ottenere una estetica ottimale.
  • Comfort
    Il comfort di una protesi fissa su impianti migliora molto soprattutto perché libera il paziente dal problema dell'utilizzo di una protesi rimovibile non ancorata e dal rischio che durante i comuni atti di vita quotidiana questa si possa muovere provocando disagio al paziente.